sg_12_09
FacebookRSS Feed
Pin It

BlogRoll

Stamattina eravamo in macchina mezzi assonnati: io che aspettavo la fila di macchine al semaforo che ripartisse, Gabriele che teneva il ciucciotto a mezza bocca in attesa di capire se dormire o dare inizio alla giornata e Lucia che era seduta dietro con lui e giochicchiava con l’iPhone. Poi lei mi fa: “ho pensato una cosa per te”. Queste parole sono il preludio a qualcosa che obiettivamente va fatto, che lei vuole che io faccia e che a me non fa piacere fare. E’ quindi scattata la barricata: arcirei sulle torri, armati i cannoni, issato il ponte levatoio. Con non poca diffidenza ho tirato fuori quel filo di voce stridulo con cui ho chiesto “di cosa si tratterebbe?”. “Dovresti scrivere un blog! Di mamme che scrivono blog ce ne sono tante, i papà si contano. Tu riesci a scrivere bene, sarebbe carino”.

Lucia ha iniziato a scrivere un suo blog qualche mese fa (credo) e questa iniziativa mi ha reso felice, ha fatto tutto lei e questo mi rende orgoglioso che se la sia cavata, proprio lei che per pigrizia al primo intoppo informatico mi telefona perché glielo risolva. E’ una cosa sua, non so nemmeno l’indirizzo, non ho mai visto cosa ci ha pubblicato, vedo solo che armeggia con la macchina fotografica, con il pc e pretende che Gabriele stia fermo mentre lei scatta le foto. Sembrerà bizzarro ma, anche se è un blog, la ritengo una cosa intima in cui magari riesce ad essere diversa dalla donna, pur straordinaria, che conosco, magari riesce a tirare fuori quello che la routine non riesce a farle emergere e non vorrei rovinarle l’esperimento facendola sentire osservata. Vi sembrerebbe meno bizzarro se vi dicessi che quattro lustri di conoscenza non ho mai messo le mani nella sua borsetta nemmeno per prendere le chiavi di casa? Ecco, ora penserete che sono matto, in realtà mi reputo corretto.

Dovresti scrivere un blog”. Questa proposta mi echeggia da stamattina in testa. Mi sono ritrovato a cercare e sbirciare nei blog dei papà, mi sono ritrovato con il pensiero alla grafica ed ai contenuti, mi sono ritrovato a scrivere questo post.

Dovresti scrivere un blog”. In fondo la proposta è carina, si può fare.

  • Nessun commento trovato

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
termini e condizioni.