sg_12_09
FacebookRSS Feed
Pin It

BlogRoll

fdp2015Essere papà è avere sempre una soluzione, un fazzolettino pronto per asciugare le lacrime, una spalla su cui poggiare la testa quando arriva il sonno, un libro da leggere la sera prima di addormentarsi.

Essere papà è rispondere alla miriade di "perchè?" senza sbagliare nemmeno una risposta, giocare con le costruzioni come un coetaneo, correre dietro la bici per fare a gara a chi arriva prima (ed arrivare secondo).

Essere papà è ridere fuori quando si piange dentro, essere forti quando ci si sente deboli, lucidi quando si crolla dalla stanchezza.

Essere papà è dare l'esempio, il boccone caldo al punto giusto ed indovinare il giocattolo desiderato.

Essere papà è tornare a casa dal lavoro e sedersi a terra a giocare con il trenino, imbrattare la cucina per fare i biscotti, apparecchiare insieme la tavola per la cena.

Essere papà è limitare i danni dei pasticci, è ridere insieme alle sue buffonate, è cantare "La tartaruga" a squarciagola in macchina.

Essere papà è aggiustare i giocattoli, dare il bacio della buonanotte e sfiorare la fronte prima di andare al lavoro.

Essere papà è desiderare i propri bimbi in ogni momento della giornata, è pensare a come farli felici appena li rivedrai, è tenergli la mano nel bel mezzo della notte.

Essere padre è una grazia, essere papà è un impegno.

  • Nessun commento trovato

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
termini e condizioni.